IISMAS / Education / XVII Workshop Inte... Povertà e Sviluppo

XVII Workshop Internazionale “Cultura, salute, migrazioni” - 3rd Consensus Conference su Salute, Povertà e Sviluppo

"Attraversamenti: linguaggi e territori di un pianeta in cammino”

XVII Workshop Internazionale “Cultura, salute, migrazioni” - 3rd Consensus Conference su Salute, Povertà e Sviluppo

2010

12-14

October

Si è tenuto presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma (Piazzale Aldo Moro, 7) dal 13 al 15 ottobre il XVII Workshop Internazionale “Cultura, salute, migrazioni” che quest’anno ha avuto come titolo “Attraversamenti: linguaggi e territori di un pianeta in cammino”.

“Attraversamenti”. Questo il titolo del Workshop annuale su Cultura, Salute e Migrazioni organizzato dall’INMP e giunto alla sua XVII edizione. Attraversamenti, movimenti, incontri, domande e scoperte, viaggio mai concluso di genti e di idee, in un pianeta che diventa ogni giorno più “piccolo” nel quale concepirci e rappresentarci come entità autonome e autoreferenziali, slegate le une dalle altre, non ha più senso.
Le scienze infatti, sbriciolando l’immagine dell’universo chiuso in rigide strutture, aprono oggi la visione di un cosmo in continuo mutamento, in cui tutti gli elementi sono interconnessi. Ancor prima dell’etica, è dunque la scienza a indicare che tutto è in relazione con tutto, e che gli esseri viventi sono tra loro interdipendenti.
In quest’ottica si muove l’esperienza del trentennale lavoro che viene svolto presso l’INMP, da cui abbiamo imparato che, proprio come coloro che sono costretti a lasciare il proprio paese, è necessario che anche noi ci mettiamo in viaggio e ci avventuriamo fuori dal conosciuto e dallo sperimentato, là dove è davvero possibile incontrare l’Altro. Riuscirà più facile allora comprendere che non esiste lo straniero assoluto, che non esiste una terra in cui nascano soltanto stranieri, e lavorare insieme per costruire un luogo nel quale, invece che stranieri, ci si senta tutti ospiti sulla Terra nella reciproca accoglienza.
L’INMP, che ha come missione istituzionale la tutela della salute di tutti, ed in particolare delle fasce più fragili della popolazione, intende mantenere gli occhi aperti e lo sguardo vigile su quanto accade, per rispondere alle esigenze sempre nuove che si presentano. Incrementare l’offerta e la qualità dei propri servizi, proseguire la sperimentazione di modelli innovativi di assistenza sanitaria capaci di prendersi cura delle persone nella loro interezza in un’ottica multidisciplinare e transculturale, promuovendo una relazione terapeutica alla pari, che contamina e arricchisce tutti gli attori coinvolti: questa è l’entusiasmante sfida che l’INMP ha raccolto e che quotidianamente porta avanti.
Il workshop sarà un’occasione per approfondire e condividere questi ed altri temi con esperti nazionali e internazionali, esponenti del mondo della salute, della cultura, della politica, e della società civile.

L’accreditamento E.C.M. riguarda un totale di 150 partecipanti così suddivisi:

• 70 INFERMIERI
• 25 MEDICI
• 35 PSICOLOGI
• 10 ASSISTENTI SANITARI
• 10 EDUCATORI PROFESSIONALI

PRESENTAZIONE DI POSTER

La segreteria organizzativa del XVII workshop internazionale “Cultura, Salute Migrazioni” ha invitato associazioni, organizzazioni, docenti universitari, operatori del settore e chiunque fosse interessato a presentare poster sul tema Attraversamenti – Linguaggi e territori di un pianeta in cammino

I poster sono stati esposti presso la sede del workshop per tutta la durata dell’evento, e sono stati presentati venerdì 15 ottobre nel corso della mattinata.

Nella mattina del 15 ottobre, durante il workshop, è stato premiato il poster migliore, valutato in base all’originalità e alla rilevanza degli argomenti trattati. ad essere premiato è stato l'Istituto ITIS "Galileo Galilei".

Motivazione per il Miglior Poster del XVII Workshop “Cultura, Salute, Migrazioni”

Il premio come Miglior Poster va ai ragazzi dell’Istituto ITIS “Galileo Galilei” per la capacità di “attraversare”, come il titolo del Workshop di quest’anno, i confini della propria realtà quotidiana, proiettandosi in contesti di sofferenza e povertà solo apparentemente lontani, nella consapevolezza che impegnarsi per il benessere e la dignità dei più deboli significa migliorare la salute di tutti.

La scienza e la tecnica unite alla passione e al cuore.

Il modo migliore per aiutare è prendersi cura dell’altro.


CWM