IISMAS / Cooperation / International Congresses / "Dermatological Ca...and ResponsAbility" / Vittorio Nocenzi p..."Estremo Occidente"

Vittorio Nocenzi piano recital "Estremo Occidente"

Monday November 8 at 6:30 pm

Vittorio Nocenzi piano recital "Estremo Occidente"

2010

07

November

Lunedì 8 novembre 2010 alle 18,30, nell’ambito del Fourth International Congress on “Dermatological Care for All: Awareness and ResponsAbility”, si è tenuto, presso l’Istituto Italiano di Cultura di Addis Abeba, “Estremo Occidente” il concerto per solo pianoforte di Vittorio Nocenzi, fondatore e anima del Banco del Mutuo Soccorso. Estremo Occidente, concerto tratto dall’omonimo disco di Vittorio Nocenzi ispirato a nove esagrammi de “I Ching”, rappresenta il punto d'incontro tra scienza e arte. Lo scopo è stato quello di raccontare attraverso la musica di Estremo Occidente, la storia di chi in Africa sta lottando affinché vi siano strutture sanitarie adeguate ad accogliere l’immensa domanda di assistenza. L’ingresso al concerto è gratuito.

Per l’occasione sono state presentate le attività attualmente operative nella regione del Tigray, dove l’Istituto ha dato avvio all’Italian Dermatological Center(IDC), all’interno dell’ospedale universitario Ayder a Mekelle, con 30 posti letto ed un’attività ambulatoriale gratuita di circa 60 visite al giorno, insieme alla recente apertura del repartodi pediatria e ostetricia nell’ospedale civile di Adigrat, dotato di una sala travaglio e sala parto per contrastare la tremenda condizione sanitaria dei minori, la fascia più fragile delle popolazioni dell’Africa sub-sahariana.

Lavorare per gli ultimi perché il diritto alla salute sia un diritto umano riconosciuto, è l’impegno di Vittorio Nocenzi, del professor Aldo Morrone, e di tutto questo straordinario concerto.

“Il mondo è come la tastiera di un pianoforte: si possono suonare solo i tasti neri ed avere una melodia, così pure si possono suonare solo i tasti bianchi. Ma solo suonando tutta la tastiera con i tasti bianchi e neri si può produrre la vera musica” (Desmond Tutu)


CWM