IISMAS / Eventi / Conferenza stampa ...aggio consapevole"

Conferenza stampa per la presentazione della pubblicazione "Paese che vai…. Consigli utili per un viaggio consapevole"

Viaggiare informati

Conferenza stampa per la presentazione della pubblicazione "Paese che vai…. Consigli utili per un viaggio consapevole"

2011

20

January

Il 21 gennaio in Campidoglio si è tenuta la presentazione Paese che vai…. Consigli utili per un viaggio consapevole. Il libro illustra suggerimenti pratici per viaggiare informati nei vari continenti.

Si è tenuta il 21 gennaio, alle ore 11.00, presso la Sala del Carroccio - Campidoglio, la conferenza stampa di presentazione della pubblicazione Paese che vai. Consigli utili per un viaggio consapevole, realizzata dall’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà (INMP) e l’Associazione Culturale Robur Capitolina, con il contributo della Presidenza dell’Assemblea Capitolina. Il libro rappresenta un punto di riferimento utile per viaggiare sempre informati e fornisce pratici consigli sui cinque Continenti, sia dal punto di vista sanitario sia dal punto di vista culturale e alimentare, al fine di accompagnare il turista in un viaggio più consapevole e rispettoso delle popolazioni e dei paesi che visiterà.

Sono intervenuti l’On. Federico Rocca Consigliere di Roma, il Prof. Aldo Morrone Direttore Generale dell’INMP, Capitale, la Dott.ssa Paola Scardella INMP, il Dott. Enzo Brilli ADUTEI Associazione dei Delegati Ufficiali del Turismo Estero in Italia e il Dott. Andrea Costanzo Presidente di FIAVET Lazio (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo).

Il Comune di Roma ha sostenuto l’opera perché copre uno spazio assente nell’editoria dedicata ai viaggi, riuscendo ad unire raccomandazioni e indicazioni, sia culturali che sanitarie, corredate da una serie di consigli pratici che consentiranno di vivere al meglio l’esperienza del viaggio”. Con queste parole l’on. Federico Rocca, Consigliere del Comune di Roma, apre e modera la conferenza sottolineando la completezza del volume che è in grado di fornire informazioni utilissime, specialmente riguardo le caratteristiche delle malattie endemiche che si rischiano di trovare in determinate aree e le azioni preventive che il viaggiatore dovrebbe fare per non esserne vittima.
 “Non è un libro sul turismo ma sul viaggio: l’idea guida è stato appunto il viaggio, e lo raccontiamo in tutti i suoi aspetti, culturali e scientifici”, ha aggiunto la dr.ssa Paola Scardella (INMP). “Questo libro”, ha sottolineato, “nasce dall’esperienza dell'ambulatorio di Medicina del Turismo. La pubblicazione ha volutamente un linguaggio semplice in quanto è immaginata come un decalogo di consigli, qualcuno penserà forse banali, ma importanti. Questo è un decolago da consultare prima di partire e da portarsi dietro affinché il viaggio resti una scoperta del mondo intorno a noi”.
 Il dr. Andrea Costanzo Presidente di FIAVET Lazio (Federazione Italiana Associazioni Imprese Viaggi e Turismo), ha voluto evidenziare l’aspetto propositivo dell’opera, capace di informare senza allarmare, e che rappresenterà uno strumento formativo importante per tutti gli operatori del turismo: uno strumento utile, intelligente e facilmente consultabile.
Il libro è costituito da regole semplici perché semplice è il piacere del viaggio” ha puntualizzato il Prof. Morrone, Direttore Generale dell’INMP. “Vorremmo che di questo libro si diffonda in particolar modo la sua filosofia, che fugge dai viaggi televisivi che non ti lasciano dentro nulla. Solo chi viaggia veramente, infatti, conosce gli odori, i sapori, le emozioni e apprezza appieno la bellezza delle diversità, anche quelle più disagiate e povere. L’educazione al viaggio diventa per noi un elemento di crescita fondamentale ed è per questo motivo che stiamo pensando di presentare il libro anche nelle scuole. Questo libro”, ha infine concluso il prof. Morrone, “non vuole sostituire il ruolo del medico di famiglia e di nessun centro di medicina del turismo, ma vorrebbe solo aiutare a far capire la differenza che c’è tra vedere una cosa e guardarla: è solo guardando e conoscendo realmente il mondo che saremo in grado di migliorare noi stessi”.


CWM